1 /

La musica ha avuto un ruolo cruciale nella commemorazione dell’Olocausto fin nell’immediato dopoguerra. Verso la fine degli anni ‘40, gli ebrei sopravvissuti crearono una vivace e variegata attività musicale nei campi profughi dell’Europa occupata dalle forze alleate, specialmente nelle zone americane della Germania occupata. Tra le nuove canzoni che vennero create, molte raccontavano dell’orrore della guerra del cordoglio e delle perdite, rammaricandosi per le sfide subite in seguito al trasferimento. La musica fece inoltre parte integrante delle prime cerimonie di commemorazione dell’Olocausto tra i sopravvissuti.

"Dort in dem lager" from the David Boder archival collection, courtesy of the USHMM

Articoli Correlati

Displaced Person Camps

Post Holocaust

Music